Musica Antica » Trattati Storici » gce004

Geminiani, Francesco
Rules for Playing in a True Taste Op. 8 (H. 400) - A Treatise of Good Taste in the Art of Musick (H. 401)
[Opera Omnia - Vol. 12]
Edizione critica


Prezzo: € 159.00



Condividi: Facebook Twitter

Dettagli prodotto

Autore: Francesco Geminiani (1687-1762)
Curatore: Peter Walls
Anno ed.: 2012
Collana: Francesco Geminiani - Opera Omnia
Pagine: pp. 180
Formato: 235x315 mm
Rilegatura: Brossura (copertina rigida telata)
ISMN: 979-0-2153-1998-1
Codice: GCE 4
           Sommario

  Prefazione

  Anteprima Volume

Descrizione

Geminiani’s Opus 8 ‘Rules for Playing in a True Taste’ probably appeared in 1748, between the Opus 7 ‘Concerti Grossi’ (which, after delays, were finally issued in February 1748) and ‘A Treatise of Good Taste’, dated 1749, in which Geminiani refered to the Rules as “the last Work that I made public”. The two manuals are intimately connected, a relationship made explicit in the catalogue of Geminiani’s works that appeared in John Johnson’s edition of ‘The Art of Accompaniment’ where the Treatise is described as “the second part of the Rules”.

Dettagli collana

Francesco Geminiani - Opera Omnia
Edizione critica fondata da Christopher Hogwood
General Editor: Rudolf Rasch - Editorial Assistant: Ana Lombardía González
Comitato scientifico: Clive Brown, Enrico Careri, Peter Holman, Sandra Mangsen, Richard Maunder, Fulvia Morabito, Rudolf Rasch (Chairman), Robin Stowell, Michael Talbot, Peter Walls, Neal Zaslaw

Di tutti i maggiori compositori del sec. XVIII, solo Francesco Geminiani (1687-1762) manca di un'edizione critica completa della sua musica e dei suoi scritti. Sebbene considerato all'epoca alla stregua di Corelli - e da alcuni reputato senza dubbio superiore al suo contemporaneo Händel nella composizione strumentale - una sorprendentemente larga parte delle sue opere non è mai stata ripubblicata da quando egli era in vita, e con l'eccezione di poche sonate a solo e dei suoi trattati sul ‘buon gusto’ e sull'arte di suonare il violino, Geminiani è largamente ignorato dal gusto barocco dei nostri giorni.
La mancanza di edizioni moderne scrupolose e concepite per l'esecuzione pratica delle sue musiche ha impedito di apprezzare l'enorme originalità da egli dimostrata sia nella scrittura che nella riscrittura della sua musica e di quella del suo maestro, Corelli. I suoi adattamenti e rielaborazioni non sono mai stati fino ad oggi presentati nella loro interezza e in una forma che renda possibile un confronto pertinente, e la maggior parte della sua musica non è mai stata rivisitata dai musicologi dell'ultimo mezzo secolo.
Per celebrare nel 2012 il 250° anniversario della morte del compositore, gli Opera Omnia di Francesco Geminiani presenteranno la sua intera produzione, strumentale, vocale e didattica, in edizione critica, con le prime versioni, le revisioni e le rielaborazioni del compositore presentate consecutivamente per numero d'opera, corredate da un dettagliato apparato critico e da facsimili, oltre che da edizioni pratiche e dal materiale per l'esecuzione completo relativo ai lavori orchestrali e da camera. I trattati didattici pubblicati in inglese saranno accompagnati dalle traduzioni in italiano, francese o tedesco dell'epoca, ove presenti, commentate approfonditamente da autorevoli studiosi moderni.
Agli Opera Omnia si affianca il volume Geminiani Studies, che include sedici saggi di studiosi internazionali su composizioni e opere teoriche di Geminiani, la sua attività di mercante d’arte, le esperienze con la Massoneria e la legge, e la sua ricezione storica e nell’ambito della pratica esecutiva dei giorni nostri.

Prefazione e Apparato Critico in Inglese

Altri utenti hanno acquistato anche: