Flauto Dolce » Musica da Camera » fl016

Bellino, Alessandra
Tre Micro-meliche di Apollo e Marsia per Flauto Dolce Contralto e Violino (2008)


Prezzo: € 13.95




Condividi: Facebook Twitter



Condividi: Facebook Twitter

Dettagli prodotto

Autore: Alessandra Bellino (*1970)
Data ed.: 19-3-2012
Collana: Flauto Dolce
Edizione: Partitura e Parti
Pagine: pp. 16 + parti pp. 12
Formato: 230x310 mm
Rilegatura: Punto metallico
ISMN: 979-0-2153-1985-1
Codice: FL 16

Note biografiche

Scheda prodottoAlessandra Bellino ha studiato composizione con Bruno Mazzotta, Azio Corghi e Ivan Fedele. Ha scritto per diversi organici, per orchestra e per teatro con esecuzioni in Italia e all’estero. Vincitrice di numerosi premi di composizione nazionali ed internazionali, nel 2006 è stata vincitrice assoluta del 1° Concorso Internazionale di Composizione “Magistralia” di Asturias, con la Scena per Orchestra ”Le Gabbie di Danae” eseguita in prima mondiale presso l’Auditorium di Valladolid nel 2007 dall’Orchestra Sinfonica di Castilla y León diretta da Alejandro Posada e replicata nel 2008 presso l’auditorium Principe Felipe di Oviedo dall’Orchestra Sinfonica del Principato di Asturias diretta da Maximiano Valdés. Nel 2011 il suo lavoro per orchestra “Dhrupãd” è eseguito con successo di pubblico e critica nella Stagione 2010/2011 dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo sotto la direzione di Aldo Sisillo. Nello stesso anno vince il 2° premio al prestigioso Concorso Internazionale di Composizione Italia 150° 2011 (LAMS, Matera) con la composizione “Silenzio! Chi ride?” per soprano e piccola orchestra, eseguita dall’orchestra da Camera di Matera diretta da Marco Angius e trasmessa in diretta su RAI Radio 3 Suite.

Dettagli collana

Flauto Dolce
Collana diretta da Nicola Sansone

La presente collana ha per oggetto sia la proposizione del repertorio originale dei secoli passati, con l'accostamento di autori e brani noti con altri meno noti o inediti, sia la valorizzazione della musica contemporanea nelle sue più diverse sfaccettature, nella convinzione che il Flauto Dolce, in una civiltà musicale evoluta, abbia diritto a un posto speciale non solo per il suo ruolo di memoria storica o per le sue funzioni educative e ricreative, ma anche e soprattutto come strumento musicale 'traduttore' e 'ambasciatore' tra linguaggi diversi, portatore e promotore di una cultura musicale attiva, condivisibile e aperta.

Recensioni

Archi Magazine (marzo-aprile 2013)
... Ci sembra musica senz’altro ben pensata e ottimamente proposta, con la raffinata sensibilità di chi vuol rivolgere un pensiero al passato con occhi rivolti al futuro. Il ricchissimo curriculum della compositrice è testimonianza di grande e ardente passione per la composizione musicale, e siamo ben felici di offrirle ampio apprezzamento per l’opera proposta. Va aggiunto che il pezzo è corredato di un’ampia ed esaustiva legenda, nonché di una nota dell’autrice stessa. (Simone Genuini)

Strings Magazine (December 2012)
... Italian composer Alessandra Bellino presents a soundscape for the mythic competition between the god Apollo and the satyr Marsyas. Commissioned by the Ensemble of Naples Dissonanzen and premiered in 2008, this work offers adventurous performers the opportunity to experiment with micro tones, unusual scales, and sound effects. These include flutter-tonguing and "white noise" for the recorder, and ponticello, fingered harmonics, and irregular vibrato for the violin ... (Laurel Thomsen)

Altri utenti hanno acquistato anche: