Chitarra » Chitarra sola » ch136

Spazzoli, Alessandro
A Guitar Notebook. 6 Pieces for Guitar


Curatore: Piero Bonaguri

Prezzo: € 9.95




Condividi: Facebook Twitter



Condividi: Facebook Twitter

Dettagli prodotto

Contiene: Preludio/ Corale/ Interludio/ Ave, speranza nostra/ Postludio/ Nunc dimittis

Autore: Alessandro Spazzoli (*1964)
Curatore: Piero Bonaguri
Data ed.: 5-9-2011
Collana: Piero Bonaguri Collection
Pagine: pp. 12
Formato: 230x310 mm
Rilegatura: Punto metallico
ISMN: 979-0-2153-1933-2
Codice: CH 136

Incisioni su CD/DVD

Scheda prodottoDedication
Chitarra: Piero Bonaguri

Ed.: dotGuitar.it

Note biografiche

Scheda prodottoAlessandro Spazzoli è nato a Forlì nel 1964. Ha studiato composizione con Leonardo Lollini, Claudio Josè Boncompagni e Gilberto Cappelli diplomandosi con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di Cesena. È stato ospite in numerose edizioni del festival "Metamorfosi del contemporaneo" di Cesena, dove sue composizioni per gruppi cameristici sono state dirette da Alberto Caprioli e Francesco La Licata.
Spazzoli si è anche diplomato in flauto al Conservatorio di Bologna, perfezionandosi con Angelo Faja e Mario Ancillotti alla Scuola di Musica di Fiesole e con Severino Gazzelloni alla Accedemia Chigiana di Siena. Ha vinto premi in diversi concorsi flautistici nazionali ed internazionali ed è stato membro dell'Orchestra Giovanile Italiana.
Alcune sue composizioni sono parte stabile del repertorio di numerosi gruppi cameristici; i suoi pezzi per chitarra sono regolmente eseguiti dal loro dedicatario, il chitarrista Piero Bonaguri.
Ha recentemente vinto il Primo premio al "Concorso Internazionale di Musica Sacra" di Castagneto Carducci (Livorno)

Dettagli collana

Piero Bonaguri Collection
Musica Contemporanea per Chitarra

Piero Bonaguri ha compiuto gli studi musicali col massimo dei voti e lode al Conservatorio di Parma; diploma di Merito all’Accademia Chigiana di Siena, ha avuto tra i suoi maestri Enrico Tagliavini, Alirio Diaz, Oscar Ghiglia, del quale è stato assistente, e infine Andrés Segovia, che scrisse di lui: “Avrà presto un nome illustre fra i migliori chitarristi di questo tempo”.
Svolge attività concertistica in circa cinquanta Paesi nei cinque continenti, suonando per importanti istituzioni e festivals.
Ha eseguito, inciso e curato le edizioni di molti brani solistici e con orchestra scritti per lui (sono ormai circa 400 i nuovi pezzi per lui scritti da compositori come Cappelli, Guarnieri, Ugoletti, Solbiati, Molino, Paccagnini, Benati, Carluccio, Anzaghi, Tagliamacco).
Dirige una collana di musica contemporanea per chitarra per l’editore Ut Orpheus.
È docente di chitarra al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna.

www.bonaguri.com

Recensioni

Guitart n. 70 (aprile-giugno 2013)
Un notebook di sei piccoli brani che gravitano attorno a un progetto di ieratica sacralità, e che, nonostante la lorosemplicità costruttiva (possiedono la freschezza degli appunti appena abbozzati), offrono all'esecutore suggestivispunti interpretativi ... (G. Giglio)

Classical Guitar Magazine (08-2012)
Here is a set of six short pieces, which are characterised by certain richness in voicing or counterpoint. Often one gets the feeling of almost vocal lines and indeed three of the pieces feel often as if they are transcriptions of choral pieces, as we find in lute or vihuela music. So there is a mix of the modern and the archaic all at the same time ... I liked this little set a great deal. It was very unusual and not too hard to play. It had a great deal of individuality to it, and I was continually intrigued by the juxtaposition of styles it presented. It is definitely worth a look. (Chris Dumigan)

Altri utenti hanno acquistato anche: