Libri » Atti di convegni » qc003

La cultura del Fortepiano - Die Kultur des Hammerklaviers 1770-1830. Atti del Convegno internazionale di studi (Roma, 26-29 maggio 2004)
CD allegato in omaggio


Prezzo: € 76.95



Condividi: Facebook Twitter

Dettagli prodotto

Contiene: Saggi di Rudolf Angermüller, Bianca Maria Antolini, Luca Aversano, Otto Biba, Ala Botti Caselli, Anik Devriès-Lesure, Arnfried Edler, Markus Engelhardt, Christoph Flamm, Anselm Gerhard, Rudolf Hopfner, Roberto Illiano, Janina Klassen, Laurence Libin, Elena Previdi, Rudolf Rasch, Massimiliano Sala, Guido Salvetti, Duane White, Christian Witt-Dörring

Curatore: Richard Bösel
Anno ed.: 2009
Collana: Quaderni Clementiani
Pagine: pp. 516
Formato: 170x240 mm
Rilegatura: Brossura (copertina rigida telata con sovracoperta)
ISBN: 978-88-8109-463-9
Codice: QC 3
           Sommario

Descrizione

Il volume offre al lettore un percorso per molti versi inedito nella cultura del fortepiano. Il ventaglio dei temi trattati è ampio, a dimostrazione della centralità dello strumento nella vita musicale europea a cavallo tra Sette e Ottocento. Sono stati indagati – attraverso ricerche originali – i diversi modi della diffusione e circolazione degli strumenti e delle musiche a stampa; gli spostamenti dei musicisti da un capo all’altro dell’Europa; la circolazione di generi, forme, stilemi musicali anche tramite la didattica dello strumento; la presenza del fortepiano nella letteratura europea e la collocazione degli strumenti nelle case di inizio Ottocento; il ruolo del fortepiano nella vita musicale di alcuni importanti centri europei e statunitensi. Una ricca stagione della musica europea, dunque, in cui le occasioni di contatto e di scambio reciproco fra i musicisti furono particolarmente intense, e in cui il fortepiano agì come catalizzatore nella vita musicale privata e pubblica di tutte le città d’Europa.
Il volume è arricchito da un CD, appositamente registrato, che propone 4 sonate per fortepiano di Cramer, Hummel, Eberl e Beethoven.

Recensioni

Early Music (11/2009)
This book is a splendid tribute to the instrument which dominated so much of keyboard culture in the late 18th and early 19th centuries. ... Altogether the work presented in this volume bears impressive testimony to the rich potential of material carefully collected and evaluated from archival and documentary sources for research in this area. As we have come to expect from Ut Orpheus, the book is handsomely produced, very attractively printed, spaciously laid out and generously illustrated ... (Susan Wollenberg)

Altri utenti hanno acquistato anche: