Clavicembalo » Clavicembalo solo » es046

Händel, Georg Friedrich
8 Suites for Keyboard (1720) HWV 426-433 ‘mises dans une autre applicature pour la facilité de la main’ by Gottlieb Muffat (1736)


Curatore: Christopher Hogwood

Prezzo: € 41.95




Condividi: Facebook Twitter



Condividi: Facebook Twitter

Dettagli prodotto

Autore: Georg Friedrich Händel (1685-1759)
Curatore: Christopher Hogwood
Data ed.: 1-4-2007
Pagine: pp. 116
Formato: 230x310 mm
Rilegatura: Brossura (copertina morbida)
ISMN: 979-0-2153-1450-4
Codice: ES 46

Descrizione

Sebbene Händel e Gottlieb Muffat (1690-1770) – figlio del compositore Georg Muffat – non abbiano mai avuto occasione di incontrarsi, il nome di Muffat è ben noto agli Handeliani in quanto fonte degli estesi ma non riconosciuti ‘prestiti’ utilizzati da Händel per la sua Ode for St Cecilia’s Day e nei Concerti Grossi Op. 6, tutti derivanti dai Componimenti musicali di Muffat, pubblicati nel 1739. Altre citazioni modificate sono presenti nei Concerti per Organo Op. 7 e in Judas Maccabaeus, Joshua, Solomon e Theodora.
La presente edizione ripropone le rielaborazioni di Muffat delle più famose opere tastieristiche di Händel. Il primo volume contiene le 8 Suites (Suite des Pieces Pour le Clavecin, pubblicate per la prima volta nel 1720), che si trovano in un manoscritto autografo di Muffat conservato alla Staatsbibliothek di Berlino (Mus.ms 9160). Il secondo volume include invece le 6 Fughe (Six Fugues or Voluntarys del 1735).
Mentre gli originali di Händel hanno goduto del meritato interesse da parte della moderna musicologia, fino ad oggi queste importanti versioni alternative delle Suite e delle Fughe non erano ancora state pubblicate.

Recensioni

Harpsichord & Fortepiano (Spring 2012)
... Both Muffat volumes are presented here in outstanding editions with excellent introductory essays, thorough critical commentary and a generous selection of facsimile material. (J. O’Donnell)

Il Giornale della Musica (07/08)
... Nel complesso, queste due edizioni curate da uno dei massimi specialisti händeliani in circolazione, consentono di compiere un ulteriore - importante - passo verso il 'vero' aspetto sonoro di due caposaldi della letteratura cembalistica del XVIII secolo. (G.T.)

Altri utenti hanno acquistato anche: